© 2018 Alan Fioravanti  Via Daniele da Torricella 4/d-e - 42122 Reggio Emilia (RE) Italia P. IVA 02179940354

Privacy   |   Cookies

Sito internet realizzato da Studio 1974 srls

OSTEOPATIA E PEDIATRIA

Il parto è il primo vero stress a cui il neonato viene sottoposto, e il cranio è la struttura più sollecitata; la sua capacità di adattarsi alle fasi del parto è notevole, tuttavia spesso si incorre in un blocco delle suture craniche.


Il neonato deve ruotarsi e torcersi, mentre viene compresso tra le ossa della pelvi nel suo viaggio breve ma altamente stressante, verso il mondo esterno.


Per ridurre le dimensioni della testa, le morbide ossa si sovrappongono, piegano e “deformano” mentre il neonato discende. Il mento del neonato è normalmente ben piegato verso il busto in modo da presentre un diametro minore del cranio.


Spesso molti neonati nascono con un cranio di forma strana come risultato di questo travaglio. Ma nei primi giorni di vita extrauterina, con l’inizio delle poppate, di pianti e sbadigli, la testa del neonato perde la sua estrema plasmabilità, questo processo sistema in parte naturalmente il cranio ma, specialmente se la nascita è stata difficoltosa, risulta incompleto, causando al neonato un aumento delle tensioni fasciali, che viene percepito come una dolorosa sensazione di pressione al cranio.


Anche il parto cesareo non è esente da problemi, in quanto il passaggio diretto del neonato dal feto (in cui c’è una notevole pressione) al mondo esterno ( in cui la pressione è nulla), crea come un esplosione del cranio in senso trasversale ed una difficoltà di adattamento alle nuove pressioni.

Alcuni neonati fanno fronte con serenità ed in maniera eccellente a dure e fissate modellature e compressioni del loro cranio. Per altri il percorso è diverso e manifestano svariati problemi, che l’Osteopatia craniale è in grado di individuare e risolvere: piangono,urlano, sono irritabili: il neonato può vivere una dolorosa sensazione di pressione nel cranio, con agitazione ed irritabilità, disturbi del sonno che spesso peggiorano appena viene disteso.


Difficoltà nell’alimentarsi: molti neonati durante il tempo necessario alla poppata ingurgitano parecchia aria il che rende l’alimentazione difficoltosa e stancante e causa stress meccanici a cranio, volto, e gola. I nervi della lingua s’irritano nella porzione che fuoriesce dal cranio, rendendo così la suzione difficoltosa e dolorosa.


Coliche,aria intestinale: rigurgiti di latte tra le poppate, attacchi di pianto prolungato dovuti a coliche ed aria intestinale, spesso peggiori di sera, possono essere causati dall’irritazione del nervo che dalla base del cranio va allo stomaco, il che rende poi difficoltosa la digestione. Anche il diaframma teso o fissato in uno dei suoi movimenti fisiologici, causando difficoltà digestive, potrebbe essere il motivo dei disturbi suddetti.


Asma, allergie, otiti non infettive, sinusiti, difficoltà respiratoria possono dipendere da movimenti scorretti delle ossa craniche o da una tensione o fissazione diaframmatici.


Cefalee, emicranie, strabismo, cattive occlusioni possono dipendere da lesioni o tensioni membranose intracraniche o craniosacrali. Ritardo nello sviluppo psicomotorio, intellettuale, apprendimento possono avere origine da traumi da parto e da cattive posture del corpo. Il calmo e sereno approccio dell’Osteopatia la rende idonea per trattare i bambini ed anche i neonati. . L’Osteopatia vi può aiutare a prevenire e curare i problemi di salute, accompagnando i bambini con un passaggio dolce verso una normale e salutare vita adulta. L’osteopata si prende cura del bambino considerandolo come un’unica unità funzionale di corpo, emozioni, mente e spirito e quindi ha una visone olistica del suo giovane paziente. Usando una sensibile abilità palpatoria l’osteopata può gentilmente diagnosticare dove la struttura del bambino è disturbata.


Inoltre, l’esperienza della Medicina Osteopatica ritiene che lo stress meccanico del corpo può essere, insieme ad altri, un fattore importante del ritardato sviluppo del bambino.


Ritardo nella parola, difficoltà nell'educazione e nell'apprendimento, problemi nella coordinazione e nello sviluppo psichico che non avrebbero nessuna ragione di esistere, possono molto spesso avere origini, nei cattivi movimenti e nelle cattive posture del corpo. Molti di questi casi sono stati risolti mediante il ricorso al trattamento osteopatico.


Durante lo sviluppo, nell'adolescenza, il corpo viene sottoposto a numerosi cambiamenti e con la crescita i bambini possono sviluppare patologie scoliotiche.


In questo caso l'osteopata, con il suo sviluppato senso tattile, può aiutare il corpo ad assumere la giusta posizione richiesta dalla sviluppo.


Il trattamento osteopatico può prevenire od almeno limitare i danni alla schiena durante la crescita.


Spesso, trascurare questi piccoli problemi può condurre a serie problematiche nel corso della vita adulta.


Diagnosticando e curando i problemi associati alla crescita, il vostro osteopata può contribuire alla buona salute e alla forma fisica del ragazzo.


Le cure osteopatiche possono, inoltre, aiutare a prevenire i rischi i e i traumi correlati all'attività sportiva svolta durante l'adolescenza; 


L’Osteopatia Cranio-Sacrale (OCS) è un metodo gentile, non invasivo ed efficace di trattamento manuale molto indicato per i bimbi e bambini come per gli adulti. Essa è uno strumento di valutazione in oltre è preventivo e correttivo. Una seduta di OCS al neonato può minimizzare o eliminare le conseguenze di una nascita difficile ed aiuta a assicurare una buona salute ai bimbi. Tutti i neonati dovrebbero ricevere delle valutazioni e trattamenti di OCS il più presto possibile subito dopo la nascita. I bambini dovrebbero continuare a ricevere l’OCS periodicamente per tutta la durata dell’infanzia mentre si adattano al processo della crescita.

MODELLO DI TRATTAMENTO
I bambini si posano su un lettino o sul grembo dei genitori o dell’Osteopata. L’Osteopata controlla il ritmo cranio-sacrale con entrambe le mani; praticando gentili manipolazioni di una forza inferiore ai 3 grammi corregge le cause del dolore e della disfunzione utilizzando tecniche dolci. Alcune volte i bambini liberano le loro emozioni o piangono durante i trattamenti, ma le tecniche non fanno alcun male ai bimbi. Raramente la pressione eccede cinque grammi (il peso di una moneta);

Molte persone pensano che l’osteopatia sia una terapia troppo violenta da proporre per la cura di neonati e bambini, considerazione sbagliata che va corretta, perché è una terapia dolce per nulla invasiva e priva di effetti collaterali che viene tollerata e ben accettata dai piccoli pazienti con risultati spesso impensabili.


L’osteopata può con le sue manovre delicate NORMALIZZARE IL CRANIO e propiziare profondi cambiamenti all’ interno del corpo del bambino e pertanto sarebbe opportuno consolidare un rapporto di collaborazione fra medici, ostetriche ed osteopati al fine di effettuare un intervento incisivo di medicina preventiva.